Saluti e presentazioni - Nuovo Galateo



Quando usciremo per strada e intrecceremo nuovamente dei rapporti sociali l’approccio sarà inevitabilmente diverso. 
Vediamo insieme quali potrebbero essere le nuove opzioni di saluti e presentazioni seguendo le regole del Ministero della Salute e del Galateo. 

Sicuramente dovremmo mantenere le distanze, l’uno dall’altro, di circa due metri e indossare la mascherina per proteggere gli altri e di conseguenza noi stessi. 

Ma come salutare? 

Potremmo fare un cenno con la testa e sorridere con gli occhi oltre a salutare con la voce. 

Ma come presentarsi ? 

Non potremo più dare la mano, ma nemmeno il gomito, lo trovo imbarazzante, evitare i contatti fisici è la soluzione più indicata perciò il cenno con la testa accompagnato dalla voce potrebbe valere anche per le presentazioni.
La tradizione giapponese non prevede la stretta di mano ma l’inchino con tutte le sue varianti, non dico d’imparare il saluto tradizionale giapponese ma un gesto con la testa con un leggero inchino può essere la soluzione migliore visto il contesto attuale.


Un altro saluto possibile e anche ricco di significati profondi e spirituali potrebbe essere il Namasté, il saluto della tradizione indiana entrato nella nostra cultura grazie alle discipline olistiche. 
Consiste nell’ unire le mani come in segno di preghiera e chinare il capo leggermente.

Se qualcuno vi tenderà la mano non sarà assolutamente scortese ricordargli in modo gentile di evitare i contatti.  Sarà una questione di educazione e rispetto.

Voi avete pensato a quale potrebbe essere il nuovo saluto? 
Avete delle idee ?




Commenti